Voice off, nel cinema è la voce fuoricampo, uno spazio che, pur se esterno rispetto al ritaglio operato dall'inquadratura, contiene elementi della rappresentazione indispensabili per comprendere l'immagine.
Voice off è un’azione artistica aperta, un’installazione a disposizione del pubblico e delle attività del Festival PSA: una mostra, un laboratorio, una performance e due dibattiti, che aprono il dibattito riguardo alcuni “fuoricampo” della società e del mondo dell’arte contemporanea.
L’installazione di Wurmkos nella Sala Mayer è un dispositivo doppio, da una parte infatti è una struttura accogliente, progettata a partire dal concetto architettonico e sociale della piazza, dall’altra è una mostra allestita su un piano orizzontale e calpestabile, restituzione del processo di arte pubblica “Belli dentro” realizzato a Trento.
Invitati all’inizio del 2015 ad intervenire nel progetto di Museo Wunderkammer, Wurmkos ha aperto ai cittadini un laboratorio nei luoghi residenziali del Servizio di Salute mentale, che ha prodotto un ciclo di azioni artistiche e pubbliche nella città e la realizzazione di un’opera permanente.
L’installazione è attiva con un nuovo laboratorio aperto di Wurmkos e con la performance Gendrification di Museo Wunderkammer, esposizione di progetti curatoriali prodotti dalle istituzioni del territorio sul tema della costruzione dell’identità.
Ai dibattiti "Ripensare all’Autonomia" e "Gendrification", sono invitati esponenti della ricerca, dell’arte contemporanea e dell’attivismo per discutere il tema della crisi di spazi e identità sociali.

Voice off

Museo Wunderkammer/Wurmkos
1/9 luglio
Sala Maier
Pergine Spettacolo Aperto 2016


museo@wunderkammer.tn.it | Wunderkammer Trento Collezione di immaginari urbani