10 -31 OTTOBRE 2015 
1,0608 CUBIC METERS 
MAG Museo Alto Garda   

5 NOVEMBRE 2015 
DEVOTION 
palazzina gialla, area ex-Michelin 
via Roberto da Sanseverino 95, Trento  

La residenza di Davide Allieri è parte della programmazione annuale del Museo Wunderkammer dal titolo “Archeologia del contemporaneo e confine” in collaborazione con l’Ufficio Archeologia della Soprintendenza ai Beni culturali e il Centro di Salute Mentale della Provincia di Trento. Il progetto nasce dall’incontro tra realtà differenti che hanno riconosciuto un oggetto d'interesse comune: ciò che viene espulso, rifiutato, escluso dal discorso – artistico, culturale, sociale – sul contemporaneo. Le attività di “Archeologia del contemporaneo e confine” comprendono giornate di studio, laboratori, interventi urbani e residenze di artisti invitati a lavorare insieme agli ideatori del progetto.    L’artista ha avviato una ricerca sulle metodologie dell’archeologia frequentando i laboratori di restauro e i magazzini nei quali il lavoro invisibile di restauratori e archeologi restituisce l’oggetto al presente e alla visibilità. 

La mostra di Davide Allieri si sviluppa in due sedi e in tempi diversi. 
La sezione archeologica del MAG Museo Alto Garda espone collezioni civiche e reperti provenienti da scavi appartenenti a collezioni provinciali, ed è curata dalla Soprintendenza ai beni culturali della Provincia di Trento. 
La palazzina gialla nell’area ex-Michelin di Trento è un esempio di archeologia del contemporaneo, un frammento di spazio congelato all’interno della città, sede degli uffici della Telecom e successivamente abitata dai progettisti di cantiere delle Albere.
   
In collaborazione con Tiring house, l’Ufficio archeologia della Soprintendenza ai Beni culturali Trento, MAG Museo Alto Garda, Impact Hub Trentino, e il contributo della Fondazione Caritro.    

1,0608


museo@wunderkammer.tn.it | Wunderkammer Trento Collezione di immaginari urbani