Fuori luogo è un progetto sulla migrazione economica che coinvolge il Sud Italia e in modo più ampio i flussi migratori in Europa e oltre. In questa dinamica, la capacità dei territori in crescita di accogliere e integrare chi è alla ricerca di opportunità e diritti resta ancora un argomento accademico più che politico. Valigie e ricordi sono la trama di un intricato rapporto tra chi resta e chi va, tra la speranza di farcela e il desiderio di ritornare. All’interno di questa tematica la bandiera si pone l’obiettivo di rappresentare questo doppio connotato simbolico che contrappone la valorizzazione del patrimonio locale dei territori e lo sradicamento dei suoi abitanti. La riflessione del sociologo e filosofo Abdelmalek Sayad sulla migrazione, si incentra sul concetto di una “doppia assenza”, di un “fuori luogo” dove il migrante vive questo paradosso: la mancanza del proprio luogo di origine e contemporaneamente l’assenza nelle cosiddette “società di accoglienza” nelle quali è incorporato ed escluso al tempo stesso.  L’Associazione Culturale Vincenzo De Luca, nell’ambito di A Cielo Aperto a cura di Bianco-Valente e Pasquale Campanella presenta Fuori Luogo, un’installazione composta da 13 bandiere. Gli artisti invitati sono: ALAgroup, Simona Da Pozzo, Antonio Della Guardia, Emilio Fantin, Serena Fineschi, Radical Intention, Laure Keyrouz, Francesca Marconi, Elena Mazzi, Patrizio Raso, Michael Rotondi, Raffaella Spagna - Andrea Caretto, Museo Wunderkammer. 

Bandiera

dal 29 settembre 2018 Piazza Magione / KaOZ, Palermo
Border Crossing, progetto curato da Lori Adragna e Andrea Kantos, evento collaterale di  MANIFESTA 12 - Il Giardino Planetario. Coltivare la coesistenza - Palermo Capitale della Cultura Italiana 2018. 

Fuori Luogo, mostra dei bozzetti 21 agosto 2018 - 6 gennaio 2019 Spazio espositivo Associazione Culturale Vincenzo De Luca, Latronico (PZ) 


museo@wunderkammer.tn.it | Wunderkammer Trento Collezione di immaginari urbani